Loading...

domenica 8 gennaio 2017

Finisce l'era Farage! Meglio ALDE che mai!

Ho votato per l'ingresso degli eurodeputati 5S nel gruppo ALDE. Mi riservo di verificare quali siano le ragioni che hanno realmente impedito l'accordo con i Verdi Europei (probabilmente l'opposizione dei verdi tedeschi timorosi di vedere gli italiani diventare la delegazione nazionale più numerosa). Alla precedente votazione (quella che decise l'ingresso nell'EFD di Nigel Farage nel giugno 2014 non partecipai perchè francamente si trattava di una farsa che restringeva Farage e i Conservatori nuclearisti britannici. In pratica un derby tutto britannico fra ultraliberisti speculatori finanziari razzisti, clima scettici nuclearisti e fossili. In questo caso invece il gruppo ALDE ospita personalità di tutto rispetto che si battono da sempre per la libertà di informazione, le rinnovabili, l'ambiente, la lotta alla speculazione finanziaria e ai paradisi fiscali, le politiche sociali e di assistenza al reddito. Gli Eurodeputati pentastellati potranno realizzare con loro ottime sinergie. Ricordo solo che quando lavoravo per l'emittente Europa 7 e il mio amico Francesco Di Stefano (quello al quale D'Alema negò le frequenze nonostante avesse ottenuto le frequenze sulla base di una gara ufficiale regolarmente superata) gli unici due eurodeputati che accettarono di incontrare Di Stefano furono Graham Watson grandissima personalità britannica che parla 5 lingue -compreso l'italiano- e che era all'epoca Presidente del Partito Liberale Europeo, e Sophia In't Velde, battagliera eurodeputata liberale olandese sempre in prima linea contro gli attentati alla libertà di informazione. Più recentemente, ci tengo a segnalare che personalità come Jan Gerben Gerbrandy si è distinto nella battaglia per l'accordo di Parigi e è stato particolarmente attivo contro la truffa del diesel "pulito" della Wolkswagen, mentre i liberali belgi come il Presidente Guy Verhofstadt e l'ex ministro degli esteri Louis Michel sono stati dei baluardi contro l'imperialismo americano e la guerra del Golfo che tanti danni avrebbe poi prodotto a livello geopolitico su scala mondiale.
In conclusione, pur ritenendo incomprensibile che si sia scelto di tenere tutti e diciassette gli europarlamentari all'oscuro di tutto fino ad oggi, (una scelta che sta giustamente sollevando malumori fra gli eletti), plaudo dunque a questa decisione e preferisco non polemizzare con la ridicola e improbabile ricostruzione di tutta la vicenda che si inventa il post di Grillo per giustificare l'ingiustificabile accordo con Farage a cui mi sono opposto fin dall'inizio perchè era chiaro che sarebbe andata a finire come adesso Grillo sembra aver realizzato che era inevitabile che andasse a finire...

Era già tutto scritto. Da me fra gli altri. Consiglio gli amnesici di rileggere:

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/05/nigel-farage-se-lo-conosci-lo-eviti.html

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/06/i-miei-sette-punti-per-leuropa.html

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/03/elezioni-europee-perche-votare-5-stelle.html

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/06/non-abbiate-paura.html

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/06/non-ce-piu-niente-da-farage-buona.html

http://angeloconsoli.blogspot.it/2014/07/sovranita-nazionale-no-grazie.html

Nessun commento:

Posta un commento